di Roberta Bosetti e Renato Cuocolo
con Roberta Bosetti
organizzazione Claudio Ponzana

produzione Cuocolo/Bosetti Iraa Theatre
coproduzione Australia Council for the Arts, Festival delle Colline Torinesi, Teatro di Dioniso
con il sostegno di Contemporanea Teatro Metastasio Prato Festival Internazionale della Creazione Contemporanea di Terni

Durata 1 h e 15′
Prenotazione obbligatoria

Nell’ambito della retrospettiva “Il nostro teatro quotidiano. Per Cuocolo/Bosetti IRAA Theatre” a cura di Silvia Mei, in collaborazione con Centro La Soffitta – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna

Si ringrazia il Museo internazionale e biblioteca della Musica di Bologna per la gentile ospitalità

The Walk è la storia di una perdita e allo stesso tempo della reazione spontanea di chi quella perdita l’ha subita. Protagonista non è un personaggio di pura fantasia, ma Roberta Bosetti, e quel “qualcuno” un suo amico di Vercelli, città di origine dell’attrice.
Roberta Bosetti, coadiuvata nel processo di scrittura dal suo compagno Renato Cuocolo, ha fatto così di un drammatico ricordo della sua vita materia organica per questo spettacolo itinerante.
Immagina di ripercorrere i passi compiuti dal suo amico poco prima di morire, quegli “inconsapevolmente ultimi” istanti di vita; ripercorre un pomeriggio in cui il suo amico, uscendo di casa, fu colto da malore improvviso.

Partendo da un meeting point tra le strade della città, il pubblico della performance inizia un viaggio nella memoria e nei pensieri di Roberta Bosetti, che invita a mettersi sui suoi passi. Attraverso un’audioguida che interiorizza la voce dell’attrice, i partecipanti si riscoprono un po’ ospiti, un po’ testimoni e un po’ intimi confidenti del suo flusso di coscienza.
La memoria dell’attrice diventa riflessione universale sul dolore procurato dal lutto e sull’imprevedibilità della morte: «Quando è uscito, quel giorno, il mio amico mi ha detto vado a fare una passeggiata. Non credo di aver risposto niente, forse un cenno con la testa. Qual è l’ultima cosa che gli avrei dovuto dire? Ciao e buona fortuna?».
Per Cuocolo/Bosetti, mettersi in cammino corrisponde a una “modalità del pensiero”. Camminare è «un rivolgimento, verso se stessi e il proprio mondo. Camminare è una modalità del pensiero. È un pensiero pratico. È un triplo movimento: non farci mettere fretta; accogliere il mondo; non dimenticarci di noi strada facendo. L’uomo scopre nel mondo solo quello che ha già dentro di sé; ma ha bisogno del mondo per scoprire quello che ha dentro di sé».

Cuocolo Bosetti, biografia

Cuocolo Bosetti

Cuocolo/Bosetti IRAA Theatre come ha scritto il Sydney Morning Herald «sono la punta di diamante della performance contemporanea australiana».
Il loro lavoro ha ricevuto numerosi riconoscimenti di critica e di pubblico nei Festival Internazionali di 26 nazioni.
Vincitori di numerosi premi tra cui Unesco Awards, Green Room Award, MO Award e il premio Cavour, i loro spettacoli sono presentati nelle case o hotel dove vivono esponendo così lo spazio intimo e domestico allo sguardo dello spettatore-ospite alla ricerca di un’impossibile, illecita geografia dell’intimità.
Nei loro spettacoli teatro e vita, realtà e finzione, attore e personaggio si sovrappongono.
Fondato a Roma nel 1978 da Renato Cuocolo L’IRAA Theatre ha realizzato una serie di sette trilogie che sono state presentate in ventisei nazioni di quattro continenti. Nel 1988 la compagnia si è trasferita a Melbourne dove è diventata col tempo la principale compagnia Australiana d’innovazione (Flag Company). Dal 2012 ha aperto una sede anche in Italia a Vercelli dove, con il contributo dell’Australia Council ed alcuni dei principali festival teatrali italiani, ha presentato una serie di lavori nuovi e di repertorio.
Gli ultimi lavori della compagnia sono stati presentati con successo e interesse critico in numerosi Festival tra cui ricordiamo: Wiener Festwochen, Adelaide International Festival (2 edizioni), Melbourne International Arts Festival (4 edizioni), Sydney Olympic Art Festival (2 edizioni), Olinda Milano (2 edizioni), Contemporanea Teatro Metastasio Prato (6 edizioni), Festival delle Colline Torino Creazione Contemporanea (7 edizioni), A Teatro nelle Case Ariette (5 edizioni), Teatro della Tosse Genova Capitale Europea della Cultura, Teatro Eliseo Roma, Es.Terni, Festival Internazionale di Andria, Contemporary Theatre San Diego, Lincoln Centre New York, Cite’ Paris, Calais Le Channel Scène Nationale, Goteborgs Dans & Teater Festival (2 edizioni), Waseda International Centre Tokyo.
Basandosi sulla rielaborazione di elementi presi dalla loro vita, Cuocolo/Bosetti costruiscono una serie di spettacoli in cui realtà e finzione si sovrappongono. Il loro lavoro mette in discussione la separazione tradizionale tra attore e personaggio. È un invito a riconsiderare i limiti tra performance e realtà, tra arte e vita, finzione e autobiografia.
I loro lavori, normalmente per pochi spettatori per volta, si svolgono in ambienti non teatrali: le case private e gli hotel dove Cuocolo/Bosetti realmente abitano. Gli hotel e le case non sono scenografie ma trappole per la realtà.

www.cuocolobosetti.org